DISTURBI SPECIFICI di APPRENDIMENTO

DSA ALUNNI CON DISTURBO SPECIFICO DI APPRENDIMENTO 

L’Istituto Comprensivo ha evidenziato l’importanza di lavorare per la prevenzione e la
riduzione delle difficoltà legate ai disturbi specifici dell’apprendimento al fine di
garantire il successo formativo agli alunni interessati da tale disturbo.
A tal fine, secondo quanto indicato dalla Legge 170/2010 e dalle Linee Guida per il diritto
allo studio di alunni e studenti con DSA. allegate al decreto ministeriale 12 luglio 2011 si impegna:
A) a promuovere attività di sensibilizzazione, di informazione, di formazione, di diffusione
scientifica rispetto ai problemi relativi ai disturbi specifici dell’apprendimento scolastico, rivolte a
docenti e genitori;
B) a sviluppare tutte le forme di collaborazione per tutelare i diritti delle persone affette da disturbi
specifici dell’apprendimento e ad esercitare d’intesa:  11
• azioni tese a realizzare le pari opportunità d’istruzione e formazione, cercando di creare le
condizioni per una comprensione quanto più efficace e precoce del disturbo
• azioni finalizzate a garantire la coerenza e la continuità in verticale e orizzontale tra i diversi gradi
e ordini di scuola;
• interventi integrati di prevenzione e di contrasto all’insuccesso scolastico e formativo;
C) ad attuare forme di monitoraggio, prevenzione e ricerca sulle problematiche legate al disturbo;
D) a coordinare con altri Enti coinvolti e a razionalizzare, nel rispetto delle competenze dei diversi
soggetti coinvolti, l’uso delle rispettive risorse umane, professionali, strumentali, finanziarie;
E) a sostenere l’azione educativa della famiglia.
Per fare ciò l’Istituto si è dotato di strumenti e progettualità.
COMPILAZIONE DEL PDP
Il Percorso Didattico Personalizzato è uno strumento da redigere e consegnare a seguito della
relazione diagnostica di DSA. Il PDP è quindi un documento che la Scuola predispone entro il
primo trimestre scolastico, condividendo tra i docenti dell’alunno con DSA la relazione e
predisponendo un piano didattico che tenga conto delle indicazioni dello specialista e delle
caratteristiche dell’allievo.
Consapevoli dell’importanza di un clima collaborativo tra scuola e famiglia per il superamento delle
difficoltà scolastiche legate ai D.S.A. e per far sì che il percorso scolastico possa procedere
serenamente, il PDP viene condiviso e sottoscritto insieme alla famiglia, che prende così parte a un
patto educativo.

PROCEDURA PER I GENITORI DI MINORI CON DIAGNOSI DI DSA PER LA CONVALIDA IN AUSL

Si allega nota informativa 

  FUNZIONE STRUMENTALE DSA
L’Istituto Comprensivo si è dotato di un docente che svolge la Funzione Strumentale. Il docente:
• fornisce informazioni circa le disposizioni normative vigenti;
• fornisce indicazioni di base su strumenti compensativi e misure dispensative al fine di realizzare
un intervento didattico il più possibile adeguato e personalizzato;
• collabora, ove richiesto, alla elaborazione di strategie volte al superamento dei problemi nella
classe con alunni con DSA;
• funge da mediatore tra colleghi, famiglie, studenti e specialisti.
La Funzione Strumentale coordina la Commissione DSA, un gruppo di docenti Referenti di plesso,
che compie formazione continua sul tema e contribuisce a pianificare e organizzare le attività delle
singole scuole riguardanti il tema DSA e le proposte di formazione. Tra queste si evidenziano i
seguenti progetti:

1) PROGETTO   per le classi Prime  e  Seconde  DELLA SCUOLA PRIMARIA
«Formazione per corretto approccio alla letto-scrittura in classe prima: didattica inclusiva
per difficoltà o ritardi nell’apprendimento.»

Nato cinque  anni fa nel nostro Istituto, ormai aperto a tutta la Val d’Enza, coinvolge classi Prime e
Seconde. Il progetto prevede l’applicazione di un Protocollo , condiviso con gli altri Istituti, dal titolo

“LA VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DI BASE CLASSI PRIME E SECONDE

SCUOLA PRIMARIA” che vede  la collaborazione  tra scuola e ASL per la formazione continua degli insegnanti e la diffusione di buone pratiche che favoriscono un approccio graduale  all’apprendimento.
Anche le  Scuole dell’infanzia sono coinvolte nella predisposizione di attività propedeutiche agli apprendimenti futuri.

Tale progetto si pone in linea con direttive regionali e nazionali che richiedono alla scuola una sempre maggiore attenzione ai disturbi specifici di apprendimento e alla loro individuazione tempestiva.

2) PROGETTO “AUTONOMIA +”
Si tratta di un progetto distrettuale promosso dal Coordinamento Politiche Educative dell’Unione
Val d’Enza, dagli Istituti Comprensivi della Val d’Enza, dalla neo Associazione Una Stelle sulla
terra, dalla cooperativa “Crescere”
Il progetto prevede l’apertura di centri pomeridiani, presso ogni istituto comprensivo della Val
d’Enza, per lo sviluppo delle autonomie di studio dei ragazzi con Disturbo Specifico di
Apprendimento frequentanti le classi quarte e quinte della scuola Primaria e le Scuole Secondarie di
primo grado, con l’obiettivo di rendere gli stessi capaci di affrontare il percorso di apprendimento
mediante l’utilizzo di tecniche e di strumenti informatici.
Seguiti da educatori specializzati, gli allievi si incontrano un pomeriggio alla settimana. Il percorso
educativo, che mira anche al miglioramento dell’autostima dei ragazzi, prevede anche incontri con i
genitori.

 

Dall’anno scolastico 2015-2016  la funzione strumentale DSA e  alcuni genitori rappresentanti delle diverse scuole dell’Istituti partecipano al Gruppo di Lavoro per l’Inclusione , luogo d’incontro delle componenti della scuola che operano  a favore dell’inclusione. Negli incontri vengono  coordinate le varie azioni a favore di alunni con bisogni educativi speciali  : alunni con legge 104, alunni con DSA, alunni stranieri non italofoni.

Vengono riportati di seguito i link utili per consultare la normativa di riferimento:

Cliccare qui per leggere le Linee Guida12 luglio 2011 sui DSA

 http://www.disabili.unige.it/wp-content/uploads/2011/11/linee_guida_sui_dsa_12luglio2011.pdf

 

Cliccare qui per leggere la Direttiva  Ministeriale del 27 dicembre 2012

 "Strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”. Indicazioni operative

http://www.marche.istruzione.it/dsa/allegati/dir271212.pdf

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Negli allegati troverete documentazioni relative ai Disturbi Specifii di Apprendimento
DSA: Indicazioni per il comodato d'uso alle famiglie di strumenti informatici compensativi

Con la nota prot. n. 11485 del 24 settembre 2010 si definiscono le modalità per la richiesta da parte delle famiglie di assegnazione in comodato d'uso di strumenti informatici compensativi.

Si richiama l'attenzione delle famiglie su quanto contenuto nella nota allegata e negli allegati A-B-C

Link segnalati:

I.C. Albinea Area DSA /BES    http://www.eurekalbinea.it/wordpress/?page_id=1049

Materiali corso di formazione "Un credito di fiducia" 

Gelmini presenta misure a favore di studenti con Disturbi specifici di apprendimento (DSA) per scuola e università

 

N.B. Nella sezione "Comitato genitori" una pagina dedicata all'associazione "una stella sua terra" che si occupa delle problematiche degli alunni con DSA.

 

 

 

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SANT'ILARIO D'ENZA - Via Gramsci 5 Sant'Ilario d'Enza 42049 RE - 0522/672201 - 0522/672291

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Sito realizzato su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia nell’ambito del Progetto “Un CMS per la scuola”.